Come Superare la Gelosia

Ciao a tutti/e 😇

In questo articolo parleremo, con l’aiuto degli Angeli, di come superare la gelosia, intesa nella sua versione tossica che può creare sofferenza sia a chi prova questa emozione che alle persone che la provocano.

Come tutte le emozioni, anche la gelosia, nella sua versione naturale e sana, ha una funzione originale che sarebbe quella di definire e proteggere la relazione, in questo caso sentimentale.

Come dice Lucio Battisti nella canzone Aver paura di innamorarsi troppo, la “sana gelosia” sarebbe quella che lo porterebbe a dichiararsi, a dire che ci tiene in modo particolare a questa donna, che non è una delle tante e che vuole essere il suo uomo e non uno dei tanti.

Se ascoltiamo il nostro cuore e siamo disposti a metterci in gioco, la sana gelosia farà semplicemente la sua funzione e collaborerà per la nostra felicità.

Perché allora invece in molti casi la gelosia sembra essere un male sociale e la fonte di molti comportamenti distruttivi e auto-distruttivi?

La guida intuitiva che ricevo dagli Angeli è che proprio quando il messaggio della gelosia sana non viene accolto e rispettato di cuore, prendono il sopravvento comportamenti egoici che rendono impossibile vivere l’ Amore al suo più alto livello e causano inoltre lo sviluppo della gelosia tossica.

Questi comportamenti sarebbero quelli della promiscuità e/o dell’infedeltà, attraverso i quali prendono il sopravvento istinti di vibrazione più bassa, che non permettono di onorare e fare crescere una relazione sentimentale sana.

In realtà i comportamenti poligamici rispondono ad un gene che si è attivato in altri tempi della storia dell’umanità perchè favoriva la sopravvivenza della specie.

Il punto è come sempre che quello che può avere un senso se si sta lottando per la sopravvivenza, può essere invece un totale ostacolo nel momento in cui la nostra attenzione si sposta dalla sopravvivenza alla felicità e l’ Amore.

In questo post approfondiremo la dinamica della poligamia maschile e della gelosia femminile.

Questa dinamica è stata sviluppata al massimo nella storia dell’ umanità nella esperienza dell’ Harem.

L’ Harem, che prende il nome dallo spazio tradizionale di concubine del mondo arabo, è stato il simbolo della schiavitù sessuale femminile, che ha in realtà coinvolto donne di moltissime parti del mondo, ed è presente come memoria ancestrale o karmica nel campo energetico di tutte le donne, come parte e radice del femminile perverso, fino a che non la trasformano.

Se desideri lavorare sulla guarigione delle dinamiche karmiche dell’Harem , abbiamo realizzato delle sessioni di terapia angelica su questo tema nell’ambito del Workshop di Fiducia e Prosperità, a cui è possibile accedere.

In realtà il comportamento poligamico che rispondeva all’istinto di sopravvivenza della specie, diventa, attraverso la pratica dell’ Harem e della schiavitù sessuale femminile, l’energia del maschile perverso.

Così come accade per l’energia del femminile perverso per le donne, anche questa è un’energia presente nel campo energetico degli uomini attraverso la loro memoria ancestrale e karmica, fino a che ognuno di loro sceglie di trasformarla, cambiando in questo modo la propria vita e influendo sull’ energia maschile collettiva.

Il maschile perverso è la forma di energia egoica maschile che vede la donna come oggetto di piacere, di dominazione e della propria affermazione.

Quante più donne il maschio perverso domina sessualmente, più si sente affermato, perchè il suo harem è più numeroso.

Bisogna considerare che per le schiave presenti nell’ Harem, ovviamente, era totalmente impossibile poter scegliere un uomo e creare la loro vita sessuale o sentimentale con lui. Era il padrone dell’ Harem a disporre totalmente di loro e della loro vita. Per questo, essendo questo il loro partner sessuale, pur essendo una situazione totalmente distorta, molte concubine potevano sviluppare un attaccamento o innamoramento nei confronti del loro padrone, in modo simile a quello che succede in quella che viene chiamata la sindrome di Stoccolma.

Queste schiave erano però costrette ad avere ad ogni momento sotto gli occhi altre donne con cui il loro padrone/innamorato aveva relazioni sessuali. Questo è lo spazio in cui si sviluppa la gelosia del femminile perverso che poi darà origine a molte altre energie distorte, con tutta la sua visceralità.

Bisogna anche tener presente che per il padrone dell’Harem la gelosia tra concubine è parte del gioco. Il maschile perverso infatti si alimenta e si sostiene attraverso la gelosia tra tutte le donne che sono dominate sessualmente.

In realtà si tratta di una dinamica simile alla guerra tra poveri: anziché identificare il nemico nel padrone sessuale e nella pratica della schiavitù sessuale, le schiave lo identificano in altre schiave come loro, che diventano, ai loro occhi, la concorrenza.

Ma quando da parte di una donna si scatena una gelosia cieca e viscerale nei confronti di un’altra donna, bisogna tener presente che l’origine energetica ha tutta questa profondità ed è a questo livello che va sciolta. Per questo la regressione angelica e la terapia angelica sono molto efficaci per superare la gelosia tossica.

Quello che succede al giorno d’oggi, nonostante nelle nostre società né gli harem né la schiavitù sessuale esistano a livello formale, molto uomini ancora prigionieri dell’energia del passato del maschile perverso irretiscono a livello mentale, emozionale e/o fisico varie donne, creando una struttura di harem energetico.

Questa pratica ovviamente, mentre nutre l’uomo a livello egoico, lo danneggia moltissimo a livello del cuore, dei sentimenti e della felicità.

Ma è spesso fondamentale, perchè lui possa toccare il fondo, che la donna che realmente ama, si sottragga al gioco dell’Harem e ad essere la “schiava preferita“, come era potuta essere proprio con quella persona in una vita passata.

Ad ogni modo, a prescindere dal punto del processo evolutivo in cui l’uomo di trovi, e a prescindere dal fatto che sia la schiava preferita o una schiava secondaria, ogni donna che si trovi a soffrire di gelosia tossica può trasformare questa emozione ripulendo la memoria karmica dell’ Harem e così interrompendo immediatamente l’esperienza dell’Harem virtuale.

Nel momento in cui riconosce realmente di essere una donna libera e sceglie di non negoziare la sua libertà per niente, comprende che può uscire dall’Harem.

In questo modo può superare la gelosia e cominciare a vivere con totale amore per se stessa, con un’energia femminile sana che apre la porta all’incontro con il maschile sano.

Alessandra Ruggiu

Per ricevere più informazioni o prenotare una sessione di Lettura e Terapia Angelica clicca qui

Per seguirmi su Facebook visita Alessandra Ruggiu Letture Angeliche e clicca “mi piace”

Pubblicato da

Amore Luce e Angeli

Adoro l'arte, la natura, il mare, la crescita personale e gli angeli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...